La cura dei fiori recisi - Fiorista Tonino
21207
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-21207,edgt-core-1.0.1,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-2.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,woocommerce_installed,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

La cura dei fiori recisi

fiorista Tonino Milano
fiorista Tonino Milano
fiorista Tonino Milano

I fiori sono come piccoli amici colorati che ravvivano la nostra casa quando la maggior parte delle piante è a “riposo”. Sono anche un’ottima terapia per l’animo, perché danno gioia e mettono di buonumore, allontanando tristezza e stress.

 

Aggiustare bene i fiori recisi è un’arte che in alcuni paesi, come ad esempio il Giappone, viene insegnata. Si tratta di fare degli accostamenti tra fiori di diversa specie e colore, di aggiungere altri elementi decorativi, come del verde, muschi, foglie, rametti, asparago e collocarli in recipienti che valorizzino la composizione e ben si intonino con l’ambiente.

 

Si può comporre un mazzo scegliendo secondo il proprio gusto. Bastano pochi accorgimenti per far sì che i fiori rimangano belli e freschi come appena tagliati.

Ecco alcuni consigli per mantenere al meglio e più a lungo i fiori recisi:

  1. All’acquisto badate che i fiori siano sufficientemente maturi. I boccioli devono mostrare il loro colore. E’ bene inoltre che siano ben confezionati quando sono portati a casa, per prevenire eventuali danneggiamenti ai fiori e agli steli durante il trasporto.
  2. Prima di collocare i fiori nel vaso vanno asportate con un coltello tutte le foglie più basse fino a metà dello stelo, il quale a sua volta va eliminato circa tre centimetri dall’estremità dello stelo, con un taglio obliquo, in modo che il fiore possa “dissetarsi” più facilmente. Gli steli non vanno mai spezzati, né schiacciati, neanche quelli legnosi. Raschiare lo stelo significa ridurre la durata del fiore.
  3. Mettere i fiori, ancora confezionati, in acqua pulita in modo che possano assorbire acqua a sufficienza.
  4. Aggiungere la giusta dose di nutrimento per fiori recisi all’acqua, si conservano più a lungo.
  5. Le foglie non devono venire a contatto con l’acqua, in quanto l’inquinano, riducendo così la durata dei fiori.
  6. Aggiungere regolarmente acqua pulita al vaso. L’acqua infatti, e questa è la cosa più importante, deve essere sempre pulita. E’ bene aggiungerne una piccola quantità fresca tutti i giorni, e rinnovarla completamente dopo una settimana.
  7. Di notte i fiori preferiscono un ambiente fresco, sarebbe bene metterli fuori. Il vaso può essere collocato in terrazza in un luogo riparato. Il fresco notturno darà loro nuova vita.
  8. I fiori non sopportano il contatto diretto con i raggi solari nè le correnti d’aria. Bisogna tenerli lontano dalla frutta, produttrice di etilene che riduce notevolmente la durata dei fiori. Non vanno infine esposti vicino a fonti di calore.
  9. Spruzzate della lacca per capelli sui fiori per farli durare di più senza che perdano i petali. Tenete il vaporizzatore a una decina di centimetri sotto il fiore e spruzzate verso l’alto, in modo che la corolla non si pieghi.
  10. Anche i fiori recisi, come le piante, hanno necessità di respirare, quindi vanno aperte spesso le finestre per cambiare aria.
  11. E’ bene non accompagnare giunchiglie e giacinti con altri fiori, in quanto sprigionano nell’acqua sostanze tossiche dannose.
  12. I narcisi richiedono un trattamento speciale perché secernono una mucillagine nociva agli altri fiori. Metteteli da parte, in acqua, per un intero giorno e non tagliateli più prima di combinarli con altri fiori. E’ comunque disponibile in commercio un nutrimento speciale per narcisi che permette di utilizzarli direttamente in un bouquet misto.